Bitfarms si prepara ad acquisire 48.000 nuovi miners nel 2022 nonostante la carenza di chip

Il fornitore cinese MicroBT fornirà il nuovo hardware nei prossimi due anni.

Di Bitcoin quotate in borsa nel mondo

Una delle più grandi operazioni di mining di Immediate Edge quotate in borsa nel mondo, Bitfarms, si è impegnata ad acquistare 48.000 nuovi miners nei prossimi due anni.

La società di mining canadese ha acquistato l’attrezzatura dal fornitore cinese MicroBT nel tentativo di aumentare la sua capacità di hashing di altri 5 EH (exahashes), secondo i rapporti. Bitfarms è stata fondata nel 2017 e attualmente ha una capacità di 1 EH. Ha puntato ad un aumento del 200% entro la fine del 2021.

La capacità di hashing è la quantità di pura potenza di calcolo che può essere dedicata al mining di Bitcoin o criptovalute.

L’azienda prevede che la spedizione iniziale dell’hardware avverrà entro il gennaio 2022, mentre gli impianti di mining finali dovrebbero arrivare nel dicembre 2022. Aumenterà la sua capacità complessiva di hashing a un totale di 8 EH nei prossimi due anni. Emiliano Grodzki, CEO di Bitfarms, ha dichiarato che sta diventando più difficile assicurarsi gli impianti di estrazione:

„La fornitura di minatori sarà una delle più grandi sfide nel prossimo futuro a causa di una carenza globale di wafer utilizzati per creare chip di semiconduttori, che è un componente vitale in impianti di estrazione“.

Bitfarms ha acquistato oltre 12.000 impianti di mining

Il rapporto non ha specificato quali unità sarebbero state acquistate, ma il prodotto di punta di MicroBT è il „WhatsMiner M30S++“ che vanta 112 TH/s e viene venduto a 9.300 dollari. Il sito web della società attualmente riporta che tutti i dispositivi di mining sono esauriti.

Negli ultimi otto mesi, Bitfarms ha acquistato oltre 12.000 impianti di mining da MicroBT, citando l’affidabilità e l’efficienza energetica come ragioni per gli acquisti.

Nel dicembre 2020, Bitfarms ha distribuito 1.000 nuovi impianti di mining Whatsminer M31S e ha effettuato un ordine per altri 3.000 minatori Whatsminer M31S+ con consegna prevista per la fine di febbraio 2021.

Bitfarms è stata la prima società di mining di Bitcoin a completare il suo prospetto long-form con la Ontario Securities Commission e ha iniziato la negoziazione alla Borsa di Toronto nel luglio 2019. L’azienda ha cinque impianti su scala industriale situati in Quebec, tutti alimentati con energia idroelettrica.